Pediatria

Il ruolo del microbiota intestinale nella celiachia

Recente review discute il coinvolgimento del microbiota intestinale nell’esacerbazione del disordine celiaco in soggetti geneticamente predisposti.
Inoltre, suggerisce la possibilità di modulare il microbiota con specifici ceppi probiotici, somministrati in concomitanza alla dieta aglutinata, al fine di migliorare i sintomi gastro-intestinali nei soggetti celiaci.

CONTINUA A LEGGERE »
Ginecologia

Come si modifica il microbiota vaginale durante le infezioni urogenitali?

Studio pubblicato su Nature analizza le firme microbiche caratteristiche di infezione da candidosi vulvovaginale e Chlamydia trachomatis rispetto ad una condizione di salute e una di vaginosi batterica, testimoniando come le donne infette avessero un microbiota vaginale collocabile a metà tra eubiosi e disbiosi.
La diminuzione della concentrazione di lattato vaginale conseguente alla deplezione di L. crispatus rappresenta l’indicatore comune delle condizioni infettive prese in esame.

CONTINUA A LEGGERE »
Gastroenterologia

Effetti di Clostridium butyricum 588 sui disturbi intestinali antibiotico-indotti

Studio chiarisce i meccanismi con cui CBM588 previene l’infiammazione ed il danno epiteliale colonici che si possono verificare a causa di patologie immunologiche e metaboliche intestinali e della disbiosi indotta da antibiotici.
Nell’ospite, infatti, la colonizzazione di CBM588 permanente anche dopo trattamento con clindamicina, modula il microbiota intestinale ed i suoi profili metabolici in senso protettivo.

CONTINUA A LEGGERE »
Oncologia

Il ruolo dei produttori di butirrato nella mucosite gastrointestinale da chemio-radioterapia oncologica

Tra i disturbi più debilitanti legati alle cure oncologiche c’è la mucosite e recenti dati clinici evidenziano come la carenza di butirrato sia fortemente associata a questo disturbo.
Studio recentissimo ipotizza che favorire la produzione endogena di acido butirrico somministrando il ceppo C. butyricum CBM 588, contenuto in Butirrisan®, potrebbe costituire una nuova potenziale strategia applicativa.

CONTINUA A LEGGERE »
Medicina Generale

Digestione del glutine: l’efficacia clinica di un enzima ottenuto da Aspergillus niger

Studio clinico, randomizzato, contro placebo, investiga l’efficacia degradativa sul glutine dell’enzima AN-PEP, prolil-endoproteasi estratta da Aspergillus niger.
Si evidenzia come l’enzima sia in grado di degradare il glutine determinando una significativa riduzione della concentrazione dei peptidi immunogenici derivati, sia a livello gastrico, che duodenale.

CONTINUA A LEGGERE »
Nutrizione

Low-FODMAP Diet: efficacia, problemi e possibili soluzioni

La dieta low-FODMAP (LFD) è una dieta terapeutica ideata per contrastare sintomi quali dolore addominale, gonfiore, distensione e/o anomalie delle abitudini intestinali, tipici dei disturbi funzionali.
Nonostante la sua efficacia, comprovata da numerosi studi clinici, restano ancora alcune problematiche a cui si può trovare soluzione con l’integrazione di adeguati probiotici e nutraceutici.

CONTINUA A LEGGERE »

Iscriviti alla Newsletter di MedNews.care